COIBENTAZIONI

I punti di connessione tra le pareti e i solai, o tra le pareti e i telai delle finestre, sono detti “ponti termici”, cioè aree in cui si concentrano significative perdite di calore, che incidono sui consumi
e favoriscono la formazione localizzata
di muffe e condense.
Per questo, l'assenza di ponti termici
è indispensabile per garantire la massima qualità dell'edificio.
Al fine di rendere al meglio l'isolamento termico dell'intero edificio, tutte le componenti interessate sono state realizzate nel rispetto dei valori minimi
di trasmittanza termica U [W/m2K] validi dal 1° gennaio 2010:

• I muri perimetrali (U=0.190 [W/m2K])
• La copertura (U=0.120 [W/m2K])
• I serramenti (Uw=0.130 [W/m2K])